1. Contenuto della pagina
  2. Menu di navigazione
 
  1. Azienda USL e Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico di Modena
  2. Lega Italiana Tumori
  3. Associazione Amici del Cuore
 

Contenuto della pagina

Scommetti che smetti? La partita contro il fumo si può vincere

I calciatori del Modena FC come quelli del Barcellona: in campo per spegnere le sigarette!

 

Il mondo dello sport modenese in prima linea per promuovere "Scommetti che smetti?", il concorso a premi organizzato dalle aziende sanitarie modenesi per diventare non fumatori. L'attaccante Matteo Ardemagni, il centrocampista Riccardo Nardini, il difensore Armando Perna e il nuovo acquisto Nikola Gulan sono scesi in campo per lanciare un messaggio preciso a tutti i tifosi e gli appassionati: smettere di fumare è una partita che si può vincere.

 
Nardini, Ardemagni, Perna, Gulan
Foto Vignoli
 

Un impegno, quello dei canarini del Modena a fianco della campagna informativa contro il tabagismo, che prosegue anche allo stadio, attraverso i LED luminosi a bordo campo e gli spot di "Scommetti che smetti?" trasmessi sul maxischermo e mettendo a disposizione degli organizzatori dell'evento, come premio per i vincitori del concorso, una maglia ufficiale della squadra.

L'iniziativa si inserisce nel programma del concorso promosso dalle Aziende sanitarie modenesi che vede, ormai da anni, l'impegno di tutto il mondo dello sport modenese per sensibilizzare e informare tifosi, sportivi e, in modo particolare, i ragazzi sui gravi problemi che il tabagismo comporta per la salute dell'individuo e dell'intera comunità. Praticare uno sport, non soltanto fa bene alla salute ma è anche un deterrente importante nella scelta di corretti stili di vita. Compreso il fumo. Le ultime stime PASSI (Progressi delle Aziende Sanitarie per la Salute in Italia) rivelano infatti che le persone attive fumano in percentuale decisamente minore (il 28%) rispetto ai sedentari (37%).

 

Quest'anno l'impegno dei gialloblu, a livello europeo, ha un parallelismo di grande prestigio: anche i campioni del Barcellona, infatti, partecipano alla campagna "Quit smoking with Barça", nell'ambito dell'iniziativa della Commissione Europea "Gli ex fumatori sono irresistibili", che offre un servizio on-line gratuito per aiutare i fumatori a rinunciare alle sigarette. 

 
 

Il tema "sport e lotta al fumo" emerge in molti aspetti di "Scommetti che smetti?". L'iniziativa è stata infatti sostenuta negli ultimi anni da CSI (Centro Sportivo Italiano) e UISP (Unione Italiana Sport per Tutti). Le associazioni, oltre a garantire premi per i vincitori, hanno rilanciato presso le proprie strutture e i propri associati le opportunità di questa curiosa e divertente forma per dire basta alle sigarette. Nel 2012 UISP ha anche premiato un proprio allenatore, Maurizio Perris della polisportiva San Faustino - Rosselli di Modena, che ha reclutato più iscritti al concorso.

 

In alcuni dei numerosi premi in palio per l'edizione 2013 è possibile ritrovare inoltre una correlazione positiva tra una vita attiva e la scelta di diventare non fumatore: partecipando a "Scommetti che smetti?" è infatti possibile vincere giacca e zaino da trekking proposti dalla Provincia di Modena, abbonamenti mensili ad un corso di attività  motoria offerti da UISP, una bicicletta elettrica per una mobilità urbana sana e sostenibile offerta dal Consorzio il Mercato, tessere annuali per l'ingresso gratuito alle serate danzanti "Anima Mia" al Baluardo della Cittadella offerte da Radio Stella, una maglia ufficiale del Modena FC come già evidenziato.

 

Dal 2013, infine, il concorso si avvale del sostegno e delle attività di promozione di alcune delle Palestre Etiche della provincia di Modena, strutture che hanno aderito al Codice Etico per una attività fisica sana proposto dalla Regione Emilia-Romagna.

 
 

 
 
Vai alla versione stampabile della pagina
 
 
credits Azienda Unità Sanitaria Locale di Modena © 2008
  1. Valida il codice XHTML della pagina corrente - collegamento al sito, in lingua inglese, del W3C
  2. Valida il codice CSS - collegamento al sito esterno, in lingua inglese, del W3C
  3. Vai alla dichiarazione di accessibilità (il link aprirà una nuova finestra)